Orto, magredo, biosfera. Dall’uso spontaneo o per imitazione all’azione consapevole - Classe 2^ indietro »

Scuole coinvolte nel progetto

IC MANIAGO - VIVARO - Scuola primaria
Docenti
Tommasini  Giuliana, Santi Cristina

Descrizione
Uno degli imput principali: la domanda di un bambino, emersa in seguito ai laboratori delle farine
La terra dell'orto è ‘farina di sasso’?
vedi allegato 'classe seconda'

Azioni
  • Scopriremo tipi di ‘farina di sasso’.
  • Conosceremo più a fondo Il calcare, la ‘farina di sasso’ più fine; è presente solo nei sassi. Prime osservazioni di interazione tra mondo non vivente e esseri viventi.
  • Compareremo la ‘farina di sassi’ presente nell’orto scolastico e quella dei magredi.
  • Cureremo l’orto scolastico avviato lo scorso anno per la conoscenza delle piante e del loro ciclo vitale, delle esigenze peculiari di ciascuno.
  • Raffronteremo le coltivazioni in serra e quelle in terreno.
  • Osserveremo piante coltivate e piante selvatiche.
  • Inizieremo a compiere le prime classificazioni di vegetali noti.
  • La ‘farina’ di piante e di animali: ci impegneremo nel riciclo dei rifiuti biologici, curando la loro trasformazione in compost per l’arricchimento della ‘farina’ di sasso.
  • Ad ogni farina la propria ‘macina’: analizzeremo più a fondo cause, processi, effetti della disgregazione della materia.
  • L’acqua, una ‘macina’ davvero speciale.

Risultati
Il nostro frumento ad ottobre (vedi fotogallery)
Il nostro frumento a fine febbraio (vedi fotogallery)
il diario dell'orto (vedi allegato con foto)
L'insalata seminata "Par Santa 'Polonia", 9 febbraio (vedi fotogallery)
la buca del compost (vedi allegato con foto)
diario dei risultati nel loro complesso (vedi allegato con foto)


Obiettivi

  • Far emergere la percezione e la rappresentazione che i bambini hanno dell’ambiente che li circonda.
  • Promuovere la conoscenza e l’organizzazione di conoscenze di tipo storico, geografico, scientifico, comunicativo, attraverso lo sviluppo di abilità e competenze relative alla capacità di osservare, descrivere, rappresentare, orientarsi e capire un determinato luogo / paesaggio.
  • Rendere consapevoli gli alunni della loro appartenenza ad un territorio e promuovere sensibilità e rispetto per ciascuna sua componente.
  • Scoprire nello specifico di un luogo apparentemente semplice equilibri e complessità di relazioni e forme.
  • Utilizzare, all’interno di attività laboratoriali, i mezzi espressivi offerti da ciascuna disciplina per rappresentare l’ambiente vicino dal punto di vista visivo, uditivo, tattile …
  • Promuovere la conoscenza del territorio dei magredi maturata, organizzando esperienze di didattica situata da offrire a scolaresche di diversa provenienza.
  • Progettare e realizzare, sulla base di queste esperienze, attività permanenti di didattica situata da collocare all’interno delle cellule ecomuseali presenti nel territorio, sotto la guida anche di esperti e committenti.
  • Curare la comunicazione non solo di informazioni relative all’ambiente da offrire ai visitatori, ma anche di sensazioni, emozioni, legami profondi propri del radicamento in una realtà e base per un utilizzo cosciente e rispettoso della stessa.

Diario dell'orto


PARTNER